MaCroScopio 2020-2025

L’evoluzione del progetto

MaCroScopio 2024-2025

Orizzonti: dai farmaci ai percorsi assistenziali

 

La cronicità continua a costituire una delle grandi questioni emergenti e irrisolte della medicina e della sanità pubblica, al centro dell’attenzione nell’ambito della Missione 6 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). Parliamo non solo delle principali patologie croniche cardiovascolari, respiratorie, neurodegenerative e del diabete, ma anche dell’oncologia e delle malattie rare, che trovano nei PDTA uno strumento organizzativo essenziale per la governance assistenziale.

Dopo aver fornito gli strumenti per attuare la riforma dell’assistenza di prossimità prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e dal DM 77 attraverso le cinque guide ai PDTA e aver affrontato gli aspetti correlati alla gestione delle cronicità con ricadute sulla governance farmaceutica e la salute del cittadino, il Progetto MaCroScopio (Osservatorio sulla Cronicità), nella sua prosecuzione 2024-2025, intende guardare ai farmaci come traccianti dei percorsi assistenziali, spostando il focus delle politiche sanitarie e farmaceutiche dalla valutazione delle informazioni riferite al singolo farmaco (place in therapy) al suo posizionamento nell’ambito del PDTA di riferimento (place in pathway). Un passaggio di sostanziale rilevanza che incide direttamente sulla definizione di una nuova assistenza di prossimità.

Per supportare questo mutamento di visione, giocano un ruolo cruciale i dati, in particolare quelli derivanti dalla pratica clinica: i real-world data (RWD).

In quest’ottica, “MaCroScopio Orizzonti: dai farmaci ai percorsi assistenziali” svilupperà le sue attività intorno a quattro ambiti principali: 1) l’aderenza alle prescrizioni per il trattamento delle patologie cardiovascolari, 2) la prevenzione secondaria nei pazienti ad alto rischio cardiovascolare con pregresso infarto, 3) l’aderenza al trattamento farmacologico di due patologie-indice (BPCO, degenerazione maculare) e 4) l’oncoematologia, con particolare riferimento alle patologie-indice Linfoma Diffuso a Grandi Cellule B (DLBCL) e Mieloma multiplo.

Le 5 fasi e la metodologia di lavoro per la realizzazione di «MaCroScopio Orizzonti: dai Farmaci ai Percorsi assistenziali»

  1. Istituzione di gruppi di lavoro per aree cliniche tematiche
  2. Analisi strutturata dei PDTA esistenti a livello Regionale per le patologie di riferimento.
  3. Definizione della metodologia finalizzata all’analisi dei Real World Data: individuazione dei criteri per la popolazione in studio e definizione degli indicatori di interesse
  4. Realizzazione di quattro Report sui RWD sulle aree cliniche individuate
  5. Pubblicazione e presentazione dei report.

MaCroScopio 2022-2023

Come guidare la gestione della cronicità

Il Progetto MaCroScopio (Osservatorio sulla Cronicità), anche nella sua prosecuzione 2022-2023, aveva come obiettivo principale quello di far crescere nel Paese una cultura della governance delle malattie croniche, accompagnando l’implementazione del Piano Nazionale Cronicità (PNC) e fornendo strumenti per attuare la riforma dell’assistenza di prossimità prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e dal DM 77.
A partire dalle basi culturali realizzate nel corso dei primi due anni (2020-2021), MaCroScopio 2022-2023 si è posto la finalità di guidare le ricadute pratiche di una nuova concezione e gestione della cronicità.
A tale scopo il progetto ha:

  • affrontato aspetti correlati alla gestione delle cronicità con ricadute sulla governance farmaceutica e la salute del cittadino, mediante appositi Tavoli di lavoro multidisciplinari da cui sono scaturiti documenti di proposta sulla singola tematica utili per fornire un contributo strutturato al dibattito sulle riforme in corso;
  • guidare il cambiamento nella gestione della cronicità all’interno di alcune Aziende Sanitarie Locali (MaCroScopio Aziendale), applicando quanto previsto nelle guide di MaCroScopio e impiegando i dati Real World nella programmazione e gestione dei PDTA di interesse delle singole ASL.
Le attività e i numeri di  MaCroScopio 2022-2023

MaCroScopio 2020-2021

Gli strumenti per la gestione della cronicità

La cronicità è una delle grandi questioni emergenti della medicina e della sanità pubblica. Area in costante crescita sia dal punto di vista dell’impegno in attività di ricerca, sia da quello dell’investimento in risorse economiche e umane, richiedendo continuità di assistenza per periodi di lunga durata e una forte integrazione dei servizi sanitari con quelli sociali.

Il Piano nazionale della Cronicità (PNC) voluto dal Ministero della salute è scaturito proprio dall’esigenza di armonizzare a livello nazionale le attività in questo campo. Inoltre,  la pandemia da CoViD-19 ha evidenziato le carenze dell’attuale sistema proprio nella gestione territoriale dei pazienti affetti da patologie croniche con ricadute su tutto il sistema sanitario e sulla comunità. Per risolvere tali carenze il PNRR ha previsto un finanziamento specifico per attuare una nuova assistenza di prossimità il cui nuovo modello organizzativo è stato delineato dal Ministero della Salute nel DM 77.

Il fine di queste azioni è quello di contribuire al miglioramento della tutela e del supporto sociale e sanitario per le persone affette da malattie croniche, rendendo più accettabile il peso che grava sui malati e sui loro familiari, migliorando la qualità di vita, rendendo più efficaci ed efficienti i servizi sanitari in termini di prevenzione e assistenza e assicurando maggiore uniformità ed equità di accesso ai cittadini.

In questa cornice è nato il progetto MaCroScopio della Fondazione Ricerca e Salute (ReS), partito dalla constatazione che gli strumenti per una reale presa in carico della cronicità e per una nuova assistenza di prossimità sono i Percorsi Diagnostico-Terapeutico-Assistenziali (PDTA). Come recita il PNC, il PDTA dovrebbe essere considerato uno strumento fondamentale di governance, perché capace di rendere evidenti e misurabili le performance dei professionisti. La premessa è che sia costruito attraverso l’individuazione e la valorizzazione di tutti i componenti del percorso assistenziale, contrastando logiche di centralità di servizi e di professionisti, esaltando la multicentricità ed il valore dei contributi di ognuno.

Nei sui primi anni, il progetto ha voluto realizzare le basi culturali su cui far poggiare la nuova gestione della cronicità, fornendo gli strumenti essenziali per la realizzazione e implementazione dei PDTA, nonché affrontando questioni specifiche correlate al tema della cronicità e dell’impiego dei dati sanitari.

MACROSCOPIO

Quali sono gli obiettivi del progetto?

  • Creare conoscenze e cultura sulla cronicità.
  • Guardare ai farmaci come traccianti dei percorsi assistenziali, spostando il focus delle politiche sanitarie e farmaceutiche dal place in therapy al place in pathway.
  • Fornire strumenti per attuare la riforma dell’assistenza di prossimità prevista dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e dal DM 77.
  • Accompagnare l’implementazione a livello locale del Piano Nazionale Cronicità (PNC) anche in previsione di un suo aggiornamento.
  • Favorire l’integrazione ospedale-territorio, promuovendo interventi per una presa in carico globale dei pazienti con patologie croniche.
  • Incentivare il coinvolgimento dei professionisti, dei cittadini-pazienti e dei familiari.
  • Valutare e implementare metodologie innovative di studio basate sui dati sanitari nel contesto della cronicità.
  • Offrire strumenti di analisi, indirizzo e programmazione ai decision maker istituzionali.
  • Guidare le ricadute pratiche di una nuova concezione e gestione della cronicità, a partire dalle basi culturali realizzate nel corso dei primi due anni del Progetto (2020-2021).
osservatorio sulla cronicità

Macroscopio è un progetto collaborativo realizzato con il contributo incondizionato di

w

Contatti

Fondazione ReS

info@macroscopio.it

Il Pensiero Scientifico Editore

Iscriviti alla newsletter

Per essere sempre aggiornato sulle ultime novità e su tutte le iniziative legate al progetto